:: Certificazioni Energetiche
 

Quando non è obbligatorio l’ACE
-
Gli immobili ricadenti nell’ambito della disciplina dei beni culturali e del paesaggio secondo il decreto legislativo 42 del 22 Gennaio 2004. I fabbricati industriali, artigianali ed agricoli non residenziali quando gli ambienti sono mantenuti a temperatura controllata o climatizzati per esigenze del processo produttivo. Sono inoltre esclusi i fabbricati industriali, artigianali e agricoli e le relative pertinenze qualora gli ambienti siano mantenuti a temperatura controllata o climatizzati utilizzando reflui energetici del processo produttivo non altrimenti utilizzabili.
L’esclusione riguarda anche i fabbricati industriali, artigianali ed agricoli dotati di impianti installati ai fini del processo produttivo realizzato nell’edificio, anche se utilizzati in parte non preponderante, per gli usi tipici del settore civile (ad esempio, per il riscaldamento invernale degli occupanti. I fabbricati isolati con una superficie utile totale inferiore a 50 m2. Per fabbricati isolati si intendono edifici che non confinano con nessun altro edificio, ma solo con l’ambiente esterno o con il terreno.
Tutte le unità immobiliari e gli edifici privi dell’impianto termico o di uno dei suoi sottosistemi necessari al riscaldamento dell’edificio. In caso di trasferimento a titolo oneroso di quote immobiliari indivise, nonché di autonomo trasferimento del diritto di nuda proprietà o di diritti reali parziali.

- Certificazioni energetiche
- Quando è obbligatorio l’ACE
- Lo svolgimento della pratica consiste nelle seguenti operazioni
- Visualizza le nostre certificazioni